Chiffon cake all’arancia

chiffon-cake-arancia-1

Quando penso alla Chiffon cake penso ad una torta soffice, alta, leggera e profumata. Bella e scenografica se farcita con delle creme o panna ma semplicemente perfetta anche solo servita con dello zucchero a velo.

Le varianti sono infinite. Una sola cosa è certa, la ricetta originale prevede un uso massiccio di uova, utili per una corretta lievitazione e per donare insieme al cremor tartaro sofficità all’impasto. E poi lo stampo, altro elemento essenziale che consente alla Chiffon cake di crescere e cuocere bene al suo interno. La presenza di un foro cilindrico centrale permette infatti al calore di diffondersi perfettamente lungo tutta l’altezza.
Lo stampo della Chiffon cake ha come particolarità anche la presenza di tre piedini sui quali la torta, una volta estratta dal forno e capovolta, deve poggiare fino a completo raffreddamento. Questa tecnica, simile a quella che si usa per il panettone, permette al dolce di non schiacciarsi su se stesso compattandosi e perdendo di sofficità.

Produrre una Chiffon cake vegan viste le premesse sembrerebbe dunque un’impresa impossibile! Senza uova ma alta e soffice, mhh… qualcosa mi dice che… che è possibilissimo e che viene strepitosamente buona!

Approfittando della stagione, ho pensato di aromatizzare la mia torta con dell’arancia e di ricoprirla con una glassa al cioccolato anch’essa profumata all’arancia. Credetemi, una cosa de leccarsi baffi!

Ora che ne dite, vi va di provare?

RICETTA

Ingredienti

Chiffon cake:

340 g di farina 00
60 g di mandorle sgusciate e spellate
50 g di amido di mais
20 g di farina di lupini
220 g di zucchero di canna chiaro
250 g di succo di arancia
150 g di acqua
110 g di olio di semi di girasole deodorato
15 g di polvere lievitante
1 cucchiaino di lecitina di soia in polvere*
un cucchiaino di semi di vaniglia Bourbon
scorza di un’arancia
un cucchiaino di bicarbonato di sodio
un cucchiaino di aceto di mele

Glassa al cioccolato e arancia:

80 g di cioccolato fondente 70%
50 g di succo di arancia filtrato
scorza grattugiata di metà arancia
10 g di zucchero di canna
15 g di olio di semi di girasole deodorato

Attrezzature:

Robot da cucina
Stampo per Chiffon cake da 18 cm di diametro

chiffon-cake-arancia-3

Procedimento:

Chiffon cake:

In un robot da cucina inserite lo zucchero, le mandorle e la scorza di arancia e frullate fino a ridurre il tutto in una polvere sottile.
Aggiungete la farina 00, l’amido di mais, la farina di lupini, la polvere lievitante, la lecitina di soia e la vaniglia. Amalgamate bene il tutto.
Versate le polveri in una terrina e aggiungete l’olio, il succo di arancia, l’acqua e mescolate perfettamente in modo da ottenere un composto cremoso e liscio.
Aggiungete infine un cucchiaino di bicarbonato di sodio ed uno di aceto di mele e mescolate di nuovo.

Versate il composto nello stampo per chiffon cake ed infornate in forno preriscaldato a 170°C per un’ora e 10 minuti circa.

Fate la prova stecchino. Se risulta asciutto, tirate fuori la torta dal forno e capovolgetela su un piatto piano facendo molta attenzione a non far staccare il fondo dello stampo dal bordo.
Lasciate raffreddare completamente la torta prima di sfilarla dallo stampo.

Importante: Lo stampo non va oliato e infarinato, questo permetterà alla torta, una volta cotta, di rimanere “aggrappata” più a lungo e di non scivolare troppo presto durante la fase di raffreddamento.

Glassa al cioccolato e arancia:

Tritate il cioccolato in piccoli pezzi.

In un pentolino scaldate il succo di arancia, con la scorza grattugiata e lo zucchero senza raggiungere il bollore.

Spegnete il fuoco e aggiungete il cioccolato tritato e mescolate fino a completo scioglimento. Aggiungete l’olio di semi e mescolate.

Lasciate stiepidire.

Una volta fredda, sfilate delicatamente la torta dallo stampo e poggiatela su un piatto.

Mescolate nuovamente la glassa e versatela sulla torta.

Se volete potete usare per decorare delle scorzette di arancia.

Procedimento per Bimby:

Chiffon cake:

Nel boccale del Bimby inserite lo zucchero, le mandorle e la scorza di arancia e polverizzate a vel. 10 per 15 sec..
Aggiungete la farina 00, l’amido di mais, la farina di lupini, la polvere lievitante, la lecitina di soia e la vaniglia e portate a vel. 5.
Aggiungete l’olio, il succo di arancia, l’acqua ed amalgamate perfettamente in modo da ottenere un composto cremoso e liscio (vel.7 per 10 sec.).
Aggiungete infine un cucchiaino di bicarbonato di sodio ed uno di aceto di mele e durante l’effervescenza mescolate di nuovo per 10 sec. a vel.7.

Versate il composto nello stampo per chiffon cake ed infornate in forno preriscaldato a 170°C per un’ora e 10 minuti circa.

Fate la prova stecchino. Se risulta asciutto, tirate fuori la torta dal forno e capovolgetela su un piatto piano facendo molta attenzione a non far staccare il fondo dello stampo dal bordo.
Lasciate raffreddare completamente la torta prima di sfilarla dallo stampo.

Importante: Lo stampo non va oliato e infarinato, questo permetterà alla torta, una volta cotta, di rimanere “aggrappata” più a lungo e di non scivolare troppo presto durante la fase di raffreddamento.

Glassa al cioccolato e arancia:

Inserite nel boccale il cioccolato in pezzi, il succo di arancia, la scorza grattugiata e lo zucchero e portate a 60°C, per 10 min. a vel. 1.

Aggiungete l’olio di semi e mescolate a vel. 2 per 15 sec..

Lasciate stiepidire.

Una volta fredda, sfilate delicatamente la torta dallo stampo e poggiatela su un piatto.

Mescolate nuovamente la glassa e versatela sulla torta.

Se volete potete usare per decorare delle scorzette di arancia.

chiffon-cake-arancia-5

Consigli per gli acquisti:

Farina di lupino: non tutte le marche di farina di lupino sono uguali dal punto di vista del sapore. Vi consiglio di provare quella della marca Baule Volante. A mio parere si presta bene per i dolci perché ha un sapore più delicato di altre.

Polvere lievitante: per questa ricetta ho usato la polvere lievitante Biovegan.

Lecitina di soia: si trova solitamente in commercio in forma di granuli. Per semplificarne l’uso in cucina vi consiglio di ridurla in polvere con l’ausilio di un macina caffè.

12 thoughts

  1. ciao ! ho appena fatto questo strepitoso dolce, mi sono andata a comprare tutti gli ingredienti mancanti…compreso lo stampo ed ora…solo felicemente appagata! Davvero supelativo, bravissima, grazie!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...