Torta Paradiso

simboli senza glutine vegan

torta-paradiso-2_fotor

Adoro i dolci a base di cocco e sono sempre alla ricerca di nuovi accostamenti. In questo caso però volevo una torta semplice e dal gusto fresco. Nessun abbinamento azzardato. Così ho preparato un Pan di Spagna a base di cocco e limone e non contenta, ho voluto farcirlo con una panna, ancora una volta, profumata al cocco e limone.

Che monotonia, penserete voi!

Invece quando ho assaggiato la prima volta questa torta sono rimasta piacevolmente colpita ed ho pensato a lei, la Torta Paradiso. Quella torta soffice, farcita con panna e ricoperta di zucchero a velo, la ricordate?

Ok, il cocco non sarebbe previsto nella ricetta originale ma vi assicuro che in questo caso è perfetto per donare assieme al limone, quella gradevole sensazione di freschezza caratteristica della torta paradiso.

In questa torta troverete un ingrediente che ultimamente uso spesso nei dolci senza glutine, la farina di cuticola di psillio.
Lo psillio è una pianta erbacea i cui semi sono conosciuti soprattutto per le proprietà depurative legate al loro rivestimento mucillaginoso.
In cucina questa fibra è molto utile perché a contatto con l’acqua crea un gel in grado di legare le farine senza glutine con ottimi risultati e senza interferire con il gusto e il colore degli impasti. Un prodotto decisamente da scoprire.
Se avete modo di testarlo fatemi sapere se soddisfa le vostre aspettative.

Intanto a voi la ricetta della mia versione della torta paradiso!

RICETTA

Ingredienti

Pan di Spagna:

210 g di farina di riso
210 g di cocco rapè*
90 g di fecola di patate
210 g di zucchero di canna chiaro
110 g di olio di semi di girasole deodorato
420 g di acqua
una bustina di polvere lievitante
6 g di farina di cuticola di psillio*
1 cucchiaino di lecitina di soia in polvere*
un cucchiaino di semi di vaniglia Bourbon
scorza grattugiata di un limone
un cucchiaino di bicarbonato di sodio
un cucchiaino di aceto di mele

Panna al cocco e limone:

500 g di latte di cocco in lattina o fatto in casa (ricetta)
40 g di amido di mais
100 g di zucchero di canna chiaro
scorza grattugiata di un limone
2 g di agar agar
60 g di olio di cocco naturale

200 g di panna vegetale da montare*

Altri ingredienti:

scorza di limone candita per decorare
scaglie di cocco disidratato

Attrezzature:

Stampo rotondo da 20 cm di diametro
robot da cucina
frullatore ad immersione

torta-paradiso-1_fotor

Procedimento per il Pan di Spagna:

In un robot da cucina inserite la farina di cocco e lo zucchero e frullate fino a ridurre il tutto in una polvere sottile.
Versate lo zucchero a velo e la farina di cocco in una terrina ed aggiungete la farina di riso, la fecola di patate, la polvere lievitante, la vaniglia e la scorza grattugiata di limone.
Nel bicchiere del frullatore ad immersione inserite la polvere di psillio, la lecitina di soia e 200 g di acqua e frullate fino a creare un composto omogeneo e spumoso.
Nella terrina contenente le farine aggiungete l’olio e il composto a base di psillio ed amalgamate bene. Versate la restante acqua e mescolate in modo da ottenere un composto liscio.
Aggiungete infine un cucchiaino di bicarbonato di sodio ed uno di aceto di mele e mescolate di nuovo.

Versate il composto nello stampo ed infornate in forno preriscaldato a 170°C per 40 minuti circa. Fate sempre la prova stecchino.

Procedimento per la panna al cocco e limone:

Scaldate 500 g di latte di cocco e portatelo fino quasi a bollore.
Intanto in una terrina mescolate l’amido di mais con lo zucchero, l’agar agar e la scorza grattugiata di limone.
Versatevi dentro il latte caldo e mescolate energicamente con la frusta. Trasferite sul fuoco e fate addensare per circa 5 minuti a fuoco medio. Spegnete e lasciate raffreddare.

A fine cottura aggiungete l’olio di cocco ed amalgamate perfettamente. Versate la crema in un contenitore e lasciate raffreddare prima a temperatura ambiente poi in frigo per 2 ore circa. 

Intanto montate la panna vegetale.

Quando la crema al cocco sarà ben fredda, con l’aiuto di un frullatore ad immersione rendetela di nuovo cremosa ed unitela alla panna di soia.

Assemblaggio:

Per farcire la torta dividete il pan di spagna in due strati.

Con l’aiuto di un sac a poche farcite uno strato per volta e assemblate. Se vi piace aggiungete fra gli strati dei cubetti di scorza di limone candita.

Con la panna restante ricoprite la superficie del vostro dolce e decorate con una spolverata di cocco rapè. Guarnite con del cocco in scaglie e pezzetti di scorza candita di limone.

Conservate in frigo.

torta-paradiso-3_fotor

Consiglio per gli acquisti:

Cocco rapè: in questa ricetta ho usato cocco rapè della marca Rapunzel. Ogni marca, a parità di peso può avere, in relazione al grado di disidratazione, un volume diverso, per questo motivo, nel caso acquistiate farina di cocco di altri marchi vi consiglio di dosare le quantità in base al volume piuttosto che al peso. Basteranno due tazze circa (500 ml). Questo per evitare problemi di bilanciamento con gli altri ingredienti, soprattutto con i liquidi.

Farina di cuticola di psillio: la trovate in erboristeria (mi raccomando di specificare che volete acquistare la cuticola e non il seme intero) oppure online su Cibo crudo.

Panna vegetale da montare: la panna vegetale che ho utilizzato per questa ricetta è la panna Hoplà, la trovate da Ivegan, ma anche in diverse catene di supermercati.

Lecitina di soia: si trova spesso in commercio in granuli. Purtroppo in questa forma risulta poco pratica per la preparazione dei dolci. Potete però renderla in polvere con l’aiuto di un macina caffè, in questo modo sarà più facile da dosare e da sciogliere nei vari composti.

4 thoughts

  1. Mmmm… bella è certamente bella, e sembra proprio buona! Col cocco ho un rapporto di amore-odio, deve essere ben bilanciato come ingrediente perché il risultato finale mi piaccia, ma leggendo i tuoi accorgimenti penso che sarebbe davvero una torta che apprezzerei 🙂
    Peccato che in questo periodo il tempo sia poco e quando si libera tendo a dedicarlo ad altro, ma prima o poi una delle tue tortine la farò di certo! Grazie per le ispirazioni!

    Mi piace

  2. Ciao! sto diventando vegana, e inizio a sperimentare dolci senza uova ne burro.
    Ieri ho fatto la mia primaa torta marcgherita, ma… mi è venuta grigina, buona di sapore ma il colore lascia a desiderare. La tua invece ha un bell’aspetto proprio. proverò.
    grazie!

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Roberta, il colore finale dipende molto dallo zucchero che usi. Più è integrale più è scuro. Io per i dolci, almeno per quelli che, per un mio gusto estetico dovrebbero rimanere chiari, uso lo zucchero di canna chiaro. Per i dolci al cacao invece uso anche il dulcita…
      Fammi sapere come ti viene!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...